Il Castello degli Agolanti

Sul colle di Riccione si trova il castello edificato tra il 1324 e il 1343.

 

Il Castello degli Agolanti prende il nome dalla nobile famiglia fiorentina in esilio che lo fece edificare nella prima metà del XIV secolo, probabilmente su una costruzione preesistente. L'edificio viene descritto nei documenti dell'epoca come una pregevole costruzione fortificata. La sua storia rimane legata agli Agolanti fino al XVIII secolo.

Nel periodo del suo massimo splendore, nella metà del XVII secolo, il Castello di Riccione ben due volte ospitò la regina Cristina di Svezia, in peregrinazione dalla residenza di Roma.

 

Grazie alla sua posizione strategica l'edificio costituì un punto d'osservazione privilegiato, un avamposto, tanto che nel 1743 fu trasformato in quartier generale dell'esercito austriaco agli ordini del generale Lobkowitz. Sembra che fosse in buone condizioni fino alla metà del Settecento.

Fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1786 e, successivamente, in parte abbattuto e in parte adibito a casa colonica; tale rimase fino a quando, nel 1982, fu ceduto dai signori Verni di S. Giovanni in Marignano all'Amministrazione comunale di Riccione, ormai ridotto a misero rudere.

Nel parco circostante è apprezzabile la meridiana progettata dal bolognese Giovanni Paltrinieri.

Storia...

L'origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: "archeion" è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.

Seguici sui nostri canali


Iscriviti alla newsletter
(
La newsletter comunica gli eventi e le iniziative del Comune di Riccione e viene spedita nel rispetto dell'art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla tutela dei dati personali. L'indirizzo  dichiarato sarà trattato esclusivamente per questo scopo e non sarà ceduto né segnalato ad altri soggetti.)

Contattaci

Copyright © 2022 Comune di Riccione
Sito web creato con ericsoft